L’idea di proporre al Divertitempo questa tipologia di laboratorio nasce dalla consapevolezza che le attività psicomotorie sono alla base dei nostri apprendimenti; per i bambini con disabilità fungono da stimolo per riacquisire capacità smarrite o mai sviluppate. Lo sport sarà usato quale strumento per fare in modo che i bambini padroneggino meglio il proprio corpo attraverso il riconoscimento e l’uso appropriato delle varie parti di esso.

DESTINATARI

Bambini con disabilità, con bisogni educativi speciali, con svantaggio e normodotati.

DURATA, ORARI E LUOGO

Durata : 15 incontri ognuno della durata di 2h; 1 incontro a settimana dalle ore 17,00 alle ore 19,00.

Cadenza:

- 1 incontro a settimana della durata di due ore da Marzo a Giugno 2018.

Le lezioni si terranno prevalentemente al Circolo Sportivo “Vigna Clara”; in caso di condizioni atmosferiche avverse, si terranno nella palestra dell’I.C. “G. Petrassi”, sito in via della Maratona, 23.

OBIETTIVI DIDATTICO - EDUCATIVI

1- Diventare consapevoli delle proprie emozioni.

2- Riconoscere i propri limiti e lavorare sui propri punti di forza.

3- Creare un contesto di relazioni spontaneo, sincero e soddisfacente.

4- Migliorare l’autonomia.

5- Far crescere la motivazione intrinseca.

6- Allenare l’empatia.

7- Sviluppare l’abilità sociale.

8- Promuovere il rispetto delle regole di vita del gruppo.

9- Valorizzare la diversità con il valore di unicità.

10 -Far approcciare gli alunni all’avviamento della pratica sportiva.

11 - Migliorare la mobilità

12 - Allenare la funzione dell’equilibrio attraverso movimenti che richiedono variazioni della statica corporea abituale.

13 - Sviluppare capacità coordinative e cognitive

14 - Favorire lo sviluppo di obiettivi trasversali di tipo socio-affettivo, relazionale, cognitivo legati al singolo come consapevolezza di sé e al gruppo.

15 - Sviluppare i prerequisiti delle abilità motorie.

16 - Ampliare il repertorio degli schemi motori di base: camminare, correre, saltare, afferrare,

lanciare, strisciare, rotolare; e degli schemi posturali: flettere, inclinare, rotolare, oscillare.

17 - Migliorare la coordinazione oculo-manuale, spazio-temporale e segmentarie attraverso attività manipolative semplici con piccoli oggetti di gioco.

18 - Acquisire capacità di coordinazione dinamica generale attraverso situazioni di gioco.

19 - Incentivare un approccio interculturale relativo alle problematiche dei gruppi.

20 - Supportare e approfondire l’area della relazione, stimolando l’inclusione.

21 - Allenare un approccio competitivo sportivo sano e leale alle “gare” attraverso piccoli percorsi.

CONTENUTI

Ogni incontro prevederà una prima parte di riscaldamento e di esercizi legati alla postura ed alla conoscenza, riconoscimento e consapevolezza delle parti del proprio corpo. Nella seconda parte si approderà al gioco di gruppo in coppia o anche in piccole squadre e si sperimenteranno sport quali il tennis, il calcio, la pallavolo, la pallacanestro e la danza sportiva. Ci saranno percorsi strutturati in cui i bambini si cimenteranno in circuiti semplici ma motivanti, con l’aiuto dei compagni.

METODI DIDATTICI E STRUMENTI

L’operatrice all'occorrenza fornirà materiali utili allo sviluppo dinamico della lezione.

Si cercherà di favorire un clima di lavoro collegiale, creativo e non giudicante.

Strumenti: palline da tennis, palla, cerchi, birilli, corde, etc.

Ogni bambino con disabilità avrà il suo operatore dedicato in modo da svolgere il suo ruolo (supportato) come gli altri e dare la possibilità a tutti i partecipanti di avere le stesse opportunità nel gioco.

RISULTATI ATTESI

Maggiore integrazione e inclusione degli alunni in difficoltà.

Sperimentare momenti e situazioni ludiche di alto benessere individuale e di gruppo.

Aumentare la conoscenza di sé.

Sperimentare le diverse dinamiche di gruppo.

 

Il corso sarà tenuto dalla docente specializzata, Francesca Tancioni.

Gli incontri saranno monitorati, coordinati e supervisionati dalla docente, coordinatrice del progetto, Emilia Andriella.

Ad ogni lezione parteciperanno, oltre al gruppo di bambini, 7 educatori specializzati.

 

Il laboratorio di alfabetizzazione motoria è stato donato da "Investire SGR"